sabato 24 marzo 2012

Icaros 1.4.x - Amiga o.s. X86 sul vostro Pc (VirtualBox win/linux/mac)



Attenzione: E' stata rilasciata la release 1.5 (3/1/2013) con significative novità, la procedura d'installazione pur essendo cambiata è stata semplificata, quindi a grandi linee vale quanto esposto in questa guida. E' tuttavia in preparazione un nuovo post dedicato ad Icaros 1.5  del quale allego un'immagine a seguire.


In passato ho già accennato e mostrato qualcosa relativa al sistema operativo open source, "Amiga Like", Aros e la sua incarnazione più completa nota con il nome Icaros e curata dall'italiano Paolo Besser. L'argomento Aros è piuttosto complesso e non lo approfondirò in questo post il cui obiettivo è invece di dare una visione a grandi linee di Icaros a un pubblico mainstream che magari ignora le vicende della scena di nicchia e dei sistemi operativi amigalike: Morphos, OS4 e appunto Aros.

A.r.o.s. acronimo ricorsivo di  Aros Research Operating System, precedentemente acronimo di Amiga Research Operating System, è un sistema operativo in costante evoluzione e in sviluppo praticamente su qualsiasi architettura hardware esistente, persino per gli Amiga originali 68k (e per tanto usufruibile mediante emulazione) nonché in arrivo anche per il microcomputer (venduto a un microprezzo) Arm: Raspberry Pi.

Icaros invece ha tra i suoi obiettivi anche quello di supportare un'interessante fetta dell'immenso parco macchine X86 offrendo pure dei driver a supporto per alcuni modelli di schede grafiche esistenti, sia vecchie che nuove.
Il modo più semplice per provare questa distro è in modalità live dal DVD o, come vederemo in questo post, tramite l'ottimo VirtualBox nel caso voi possediate un Pc piuttosto recente e mediamente performante (su piattaforma Amd ricordatevi di controllare se nel bios la voce Secure Virtual Machine sia attivata, pena prestazioni più basse).


A questo indirizzo potrete scaricare Icaros Desktop nelle versioni Live e Light. 

Il primo e più pesante download include una iso piena zeppa di software Aros con in più degli script creati appositamente per avviare Icaros direttamente sul desktop di windows (32 e 64 bit) in modalità live via Qemu; mentre la soluzione Light è la una distribuzione* più leggera e di inferiori dimensioni per un download più rapido.
In questo post installeremo Icaros Desktop 1.4 Live in VirtualBox, sul C=OS (Ubuntu/Mint).

(*attenzione Aros non è un sistema operativo Linux, ma un Os che ricalca la struttura originaria di AmigaOS)

Se è la prima volta che utilizzate VirtualBox su C=OS (Applicazioni-->Emulators) dovrete prima aggiornarlo con il Gestore Pacchetti o l'Update Manager come discusso qui; e in seguito prima di creare la machina virtuale localizzate anche Vbox in italiano da File--->Impostazioni--->Lingua leggendo anche i vari messaggi che appariranno relativi al comportamento di mouse e tastiera durante l'esecuzione della macchina virtuale. L'intera procedura è comunque identica per qualsiasi sistema operativo in cui desiderate utilizzare VirtualBox

Icaros Desktop Live è un eseguibile Windows autoestraente che collocherà in una cartella di vostra scelta sia la iso che alcuni altri file. Sul C=OS tali operazioni verranno eseguite automaticamente e in modo trasparente all'utente tramite l'ottimo Wine.

Avviamo quindi VirtualBox dal Menù Sistema--->Emulators e seguiamo la procedura guidata come in questa sequenza d'immagini:

Inserire un nome a piacimento come ad esempio icaros (il nome esatto scelto ci servirà più avanti)

Decidere in base la memoria del sistema, quanta dedicarne alla macchina virtuale (ideale almeno 1 Giga)




Anche in questo caso decidere la dimensione "massima" che l'hd virtuale allocato dinamicamente potrà raggiungere



Fatto ciò avviare la macchina virtuale appena creata


cercate la iso ottenuta decomprimendo il file scaricato dal sito di Icaros


Ed eccoci quindi alla schermata di Grub. Per iniziare scegliere 800x600

Per liberare il Mouse durante l'esecuzione della macchina virtuale, e per tornare ad agire sul desktop del C=OS, premere il tasto ctrl-destro

Avviare InstallAros: selezionare wipe disk e lasciare che l'installer crei la partizione per icaros sull'hd virtuale, per poi riavviare la macchina virtuale 

Riavviata nuovamente la macchina virtuale a 800x600, lanciare ancora InstallAros e procedere come nelle seguenti immagini

Potete anche non selezionare ora  le opzioni relative al linguaggio e farlo al primo avvio di Icaros

cliccare Proceed




Tastiera Italiana

Lingua Italiana

Inizio Installazione Icaros sul'Hd della macchina Virtuale (tranquilli, il vostro sistema operativo su HD non verrà neanche sfiorato)

completata l'installazione spegniamo pure la macchina virtuale

Prima di avviare nuovamente la nostra macchina virtuale dobbiamo estrarre dal lettore cd virtuale l'iso di Icaros, cliccando sull'icona delle impostazioni: 


e quindi facciamo ripartire la macchina virtuale



salva...

selezionare ac97 per ogni unità audio (cambiarle le unità cliccando la freccia a sinistra di "unità musica"), quindi "salva"

per questa schermata "cancella" o "accetta" è al momento indifferente; dopodiché impostare le opzioni di localizzazione geografica se non è stato fatto in precedenza.



Ora che la cometa è sotto i vostri occhi potrete immediatamente riconoscere nel Desktop Wanderer di Icaros, l'evoluzione del caro vecchio Workbench. Per coloro che al contrario non ricordano o non hanno mai utilizzato Amiga o.s. (ai tempi noto proprio come Workbench), prendere contatto con la gestione dei menu e delle finestre sarà molto semplice.
Globalmente le operazioni che siete abituati a compiere su Windows o Linux tramite il tasto sinistro del mouse sono qui identiche, mentre la differenza principale appare subito evidente con la pressione del tasto destro, con il quale appariranno nella barra in alto i seguenti menù:



nel menù Finestra --.>Vista troverete anche l'utile opzione per mostrare tutti i file all'interno di una qualsiasi cartella e non solo quelli "accompagnati" da un'icona
 


Qui sotto invece una finestra di Wanderer:



Nell'angolo superiore destro della finestra appaiono in ordine da sx a dx: il gadget per iconificare, per minimizzare, e infine per porre la finestra corrente dietro o avanti ad un'altra finestra del deskop che ne intersechi l'area. 
Bastano davvero pochi minuti per familiarizzare con "l'intuitivo" sistema desktop Amiga o.s. Like di Icaros.


L'ultima fondamentale operazione di questa guida sarà l'ottenere una bella risoluzione Widescreen, magari quella nativa del vostro monitor, ed utilizzare Icaros in tale risoluzione a tutto schermo. Aprite quindi il terminale del C=OS (o di Ubuntu/Mint e derivate) e digitare esattamente la riga della seguente immagine, rispettando lettere minuscole e maiuscole e sostituendo la risoluzione 1920x1080x32 con quella che desiderate come ad esempio la classica 1280x800 etc... e chiaramente il nome icaros da sostituire con quello che diversamente magari avete scelto.
(su windows il mededimo comando VBoxManage... andrà inserito tramite il prompt dei comandi nella cartella dove è installato VirtualBox)

Nella nostra macchina virtuale (nuovamente da avviare a 800x600) invece dobbiamo lanciare l'editor di testo presente nella dock:


e quindi eseguire questa semplice serie di passaggi:






caricare il file di configurazione di grub 


come in fatto precedenza inserire anche qui la risoluzione wide desiderata

Salvare

Non resta che spegnere la macchina virtuale e ravviarla per l'ultima volta


...passare a schermo intero. "Ctrl destro + f " per entrare ed uscire da questa modalità in qualsiasi momento.

Ed ecco infine alla risoluzione desiderata il nostro Icaros, qui in FullHD

Un momento importante per Icaros in questa release 1.4 è certamente l'integrazione del miglior Browser esistente per i sistemi operativi Amiga o.s. Like, Odyssey Web Browser (che ben si accoppia con l'atro nome dal sapore mitologico Icaros) sviluppato dal francese  Fabien 'Fab' Coeurjoly. 
La migliore versione di questo browser resta quella per il sistema operativo Morphos che gode di alcune chicche come la compatibilità Html5 utile per visualizzare i video su Youtube ad esempio... ma per ora qui su Icaros dovremo farne a meno.

Subito sono rimasto sorpreso dalla velocità di rendering in OWB del Blog che fa uso di una moderna interfaccia grafica quali le visualizzazioni dinamiche di Google... ed eccovi un grab dedicato interamente al browser incluso in Icaros:


La navigazione del web risulta molto piacevole... avevo già provato questo Browser su Morphos e devo dire che in Icaros ho ottenuto la stessa percezione di efficienza e "pulizia", e nonché un'ottima stabilità del tutto 

In basso sul desktop è presente la dock Amistart, con la quale potete subito iniziare a esplorare l'enorme quantitativo di software presente:

Un altro pezzo importante per ogni os, il Mediaplayer (Mplayer)
Per chiunque abbia smanettato ai tempi con AmigaOS ecco la Startup-Sequence!! Sniff Sniff

Un'altra chicca che senz'altro vale la pena di mostrare è il mitico Drag Screen: con il tasto start (la A nelle tastiere originali Amiga) e tenendo premuto il tasto sinistro del mouse su uno schermo (oppure cliccando sulla sua barra superiore) si può trascinare lo stesso in alto e in basso mostrando ad esempio un'applicazione in esecuzione nello sfondo, e in questo caso la leggendaria (e abusata fino alla nausea) demo della Boing Ball. 
Per l'occasione ho anche applicato un tema per le finestre di Wanderer identico all'originale Workbench 3.x




Se da ex utenti di AmigaOS decideste di provare questo Sistema Operativo tramite VirtualBOX, vi anticipo fin da ora che un piacevolissimo brivido di piacere correrà lungo la vostra schiena, e non solo ritroverete una "filosofia" di utilizzo molto vicina a quella che Amiga ci regalava molti anni or sono, ma crederete proprio di avere per le mani un Super Amiga compatibile a livello di Api con l'originario software scritto per Amiga o.s; mentre per i giochi dovrete comunque ricorrere all'emulazione allo stesso identico modo di Windows e Linux, magari apprezzando così anche gli sforzi fatti per renderla ben integrata con il sistema operativo Icaros.

Ma è bene che sappiate fin da subito che Icaros non può assolutamente, cosi come Morphos e AmigaOS 4.x, competere con gli Os mainstream. Mancano infatti alcune delle più importanti caratteristiche di un Os moderno, come il resource tracking, la memoria protetta, e le vostre potenti CPU verranno sfruttate solo in single core. E per tanto potrebbero verificarsi episodi d'instabilità del sistema (anche se con questa 1.4 molto meno che in passato)
Il software presente in Icaros copre una certa gamma di necessità, a partire dal Browser, uno degli elementi più importanti del software moderno, passando per una miriade di applicazioni che potrete scoprire divertendovi a "giocare" con Icaros...

...oh ma ho già detto che tutto ciò è GRATUITO? ;)

Per l'installazione su macchina fisica, compatibilità con il vostro hardware, accelerazione grafica 3D (chiaramente assente in modalità vesa in virtualBox) o installazione su PenDrive, vi rimando alla lettura del completo Manuale di Icaros



5 commenti:

  1. Grazie per il magnifico articolo.

    RispondiElimina
  2. Molto interessante! Era esattamente ciò che cercavo.
    Grazie

    RispondiElimina
  3. Non capisco perchè spacciate icaros deskot come sistema operativo amiga quando in realtà è un clone sputato...

    RispondiElimina
  4. ampiamente preferibile la base ubuntu-mint Commodor Vision in attuale uso dalla nuova Commodore sulla sua attuale linea di prodotti. .Inoltre ha ragione Anonimo dal momento che poi in realta per il suo utilizzo con il vecchio software serve comunque un ' emulatore .

    RispondiElimina
  5. in risposta ad "anonimo" e "francofait", prima di commentare magari accertarsi di aver letto completamente l'articolo. dalle primissime righe dell'articolo leggo "amiga like", ovvero somigliante, uguale, ispirato a.. etc. etc. in nessuna parte dell'articolo viene spacciato come amiga os. assicurarsi sempre di aver letto bene prima di commentare

    RispondiElimina