mercoledì 1 aprile 2015

Commodore Smart sul web

Da qualche ora è disponibile una landing page per la nuova startup dal nome altisonante: Commodore Business Machine, con sede in UK ma dal cuore tutto italiano, fermamente intenzionata a rilanciare il marchio Commodore con una linea di smartphone dal prezzo aggressivo, design elaborato (anch'esso italiano) oltre a delle caratteristiche tecniche di tutto rispetto. Delle immagini presenti come sfondo alla pagina vediamo proprio quelle importantissime riguardanti lo storico logo e marchio C=, assente dal mercato dal 1994, salvo alcune brevi parentesi, tra cui la ben nota C=USA che ha chiuso i battenti nel 2013. Manca però l'indicazione sul marchio registrato e non c'è alcuna nota legale in merito, tenendo però conto che non si tratta ovviamente del sito definitivo in quanto l'ingresso sul mercato dovrebbe avvenire entro l'estate.




Ah e non si tratterebbe di un pesce d'aprile (almeno spero).

sabato 14 febbraio 2015

Hyperion Entertainment (OS4) dichiarata fallita

Aggiornamento (Aprile 2015): Il ricorso sembrerebbe essere stato accolto e dunque l'azienda Hyperion resterà in affari. Tuttavia questa situazione ha contribuito a far emergere le reali "dimensioni" della software house in oggetto, ben esposte da un appassionato che da anni segue nel dettaglio la scena Amiga Os e derivati (discussione completa). 
Estratto:

Si tratta di un'azienda con nessun dipendente, un unico direttore (che pero' per mangiare lavora come avvocato presso uno studio legale altro da Hyperion e nemmeno ha il tempo per guardare la posta dell'azienda, cosi' gliela dichiarano in bancarotta a sua insaputa...), che fattura meno di 15000 Euro l'anno, visto che da qualche anno essendo sotto la soglia minima per l'obbligatorieta' della presentazione di dichiarazione dei redditi ha fatto domanda al ministero competente in Belgio per essere esentato dalla presentazione stessa.
- il direttore di Hyperion e' Ben Hermans. E' un legale specializzato in violazioni di IP e lo studio per cui lavora lo si puo' facilmente leggere su LinkedIn, dove anche risulta direttore di Hyperion.
- dal 29/1/2014 Hyperion e' passata a "Competence/allowance stopped" per quanto riguarda i versamenti IVA. Da novembre 2013 la soglia per non versare l'IVA in Belgio e' 15000 Euro. Maggiori informazioni qui: link  (o richiedere un report/visura  per 60 Eur o a http://reports.b-information.be  ).
- nessuno dei programmatori di AmigaOS 4 e' dipendente di Hyperion. Sono tutti collaboratori esterni. Sempre controllando LinkedIn i Frieden si definiscono "indipendenti" e non lavorano per un'azienda. Sotto i 15000 Euro/anno di fatturato e' pure difficile avere una segretaria. Ben Yoris ha lasciato la societa' nel 1999/2000, Evert Carton nel 2011, Timothy de Groote l'ho incontrato personalmente nel 2010 e all'epoca mi disse che era rimasto solamente betatester.


La software house che cura lo sviluppo di AmigaOS giunto alla release 4.1 è stata dichiarata fallita dal tribunale di Bruxelles (dettagli). Ricordo che Hyperion possiede alcune originali proprietà intellettuali della Commodore come il codice del sistema operativo Workbench (che dopo la release 3.1 è divenuto AmigaOS) fino alla versione 3.9; sistema operativo che ormai da molti anni è stato adattato per piattaforme informatiche estranee ad Amiga e dotate di cpu PowerPC (alcune prodotte e vendute da Aeon e Acube).



Hyperion avendo presentato ricorso ha fatto sapere che ciò non significa l'interruzione della loro esistenza, né dello sviluppo del sistema operativo; tuttavia diversi interrogativi sono emersi nella scena e vengono discussi nei forum dedicati.



sabato 31 gennaio 2015

Nuovi smartphone Commodore in arrivo?

Da un po' di tempo si è fatta largo sul web la notizia riguardante un giovane imprenditore italiano intenzionato a lanciare sul mercato degli smartphone targati Commodore. Attualmente la principale fonte d'informazione è una fan page facebook (strumento utilizzato da molte aziende per dialogare col pubblico) creata per ricevere i primi feedback, impressioni, consigli e quindi comunicare alcune indiscrezioni su quelli che potrebbero essere i prodotti di una possibile Commodore Smartphone (sito in costruzione).



Come ben sapranno i lettori del blog e i frequentatori di siti/forum dedicati al grande mondo C= (passato e presente) una notizia del genere è inevitabilmente destinata a sollevare qualche dubbio, come anche del genuino entusiasmo. A causa di ciò, tale imprenditore, l'ingegnere Massimo Canigiani, ha trovato il tempo di iscriversi in alcuni forum della scena, provando a rispondere a delle domande su questioni piuttosto complesse quali sono quelle relative allo storico marchio della grande C= (travagliatissime vicende legali). Ma soprattutto è arrivata la conferma che tale operazione sarebbe proprio mirata alla commercializzazione di prodotti marchiati Commodore, ciò grazie anche alla collaborazione con l'olandese Taco Van Sambeek  (Al momento non vi sono fonti a conferma dell'esito di possibili accordi, né fonti relative al possesso del marchio C=Commodore che risulterebbe attribuito all'olandese C=Holding B.V.)
Invito i lettori del Blog a prendere questa notizia con la dovuta cautela, almeno finché non giungeranno sostanziose novità, il sito ufficiale e quindi gli eventuali prodotti (previsti per questa primavera).


Si parla anche di una possibile customizzazione commodoriana di Android


mercoledì 24 dicembre 2014

Commodore 64 3D model/render

Forse in un natale di tanti anni fa avrete scartato quello che certamente ricorderete come uno dei regali più belli di sempre, il Commodore 64. Quelli con qualche anno in più degli altri magari ricorderanno proprio l'iconico modello biscottone.  Ebbene in questa vigilia ho deciso di pubblicare i primi render di una ricostruzione 3D piuttosto accurata del mitico Commodore 64, realizzata con il software open source Blender 2.7 (Cycles Render)


- Una versione più leggera del modello (.blend), adatta a tutti e in particolar modo a uso didattico è disponibile gratuitamente sul sito Blend Swap con licenza CC BY NC SA (è richiesta la registrazione free al sito)
a lighter version of this model with all materials is avaiable for free on BlendSwap:



Cliccare l'immagine per ingrandirla / click to enlarge image

Cliccare l'immagine per ingrandire / click to enlarge image

Cliccare l'immagine per ingrandire / click to enlarge image



Cliccare l'immagine per ingrandirla
Cliccare l'immagine per ingrandirla



Stampe (da render ad altissima risoluzione) disponibili su deviantart.com




sabato 4 ottobre 2014

Amiga Games Inc esce allo scoperto, una retro-infinità?

Aggiornamento (Aprile 2015): Sia i giochi venduti da Amiga inc su piattaforma BlackBerry, sia quelli di Amiga Games Inc per Android/Windows/Apple sono spariti dai rispettivi store. Inoltre il sito AGI è tornato all'originaria Landing Page. Il motivo di ciò è al momento sconosciuto.

Nel 2013 la WRIT Media Group Inc sembrava intenzionata a resuscitare una fetta dell'immensa softeca Amighista, grazie a un pacchetto di licenze acquistato da Amiga inc al prezzo di mezzo milione di dollari (maggiori informazioni qui). L'uscita di questi giochi, verosimilmente riadattati ricorrendo a un layer di emulazione su moderni dispositivi Android, iOS e Windows, era inizialmente prevista per le festività di fine anno del 2013, per poi slittare di ben 9 mesi e venire infine alla luce di recente come visibile dal sito ufficiale.
Oltre alla sorpresa nel vedere un annuncio in salsa amiga non naufragare nel Vaporware, apprendiamo che A.G.I. appartiene a un progetto più ampio chiamato retroinfinity sponsorizzato insieme ad Amiga in eventi sportivi USA:




Al momento con i due siti appena lanciati, i titoli non sembrano tantissimi né particolarmente entusiasmanti, ma è lecito supporre che questi aumenteranno di numero e blasone nel corso delle settimane/mesi.
Per coloro che sono esperti nell'emulazione estrema di qualsiasi marchingegno informatico esistito negli ultimi 50 anni, con cantine piene di macchine funzionanti e tirate a lucido, la notizia potrà non sembrare eclatante; tuttavia l'immenso mercato dei dispositivi mobili è pur sempre ricco di persone potenzialmente nostalgiche nonché prive delle nozioni necessarie per godersi le macchine del passato; e a quanto pare si tratterebbe di un progetto con marchi e licenze ufficiali Amiga assenti ormai da moltissimi anni (a parte la brevissima parentesi di C=USA).

Attendiamo ulteriori sviluppi, altri giochi e magari una prova sul campo del prodotto di AGI.


domenica 28 settembre 2014

Ritorna Commodore Fan Gazette

Dopo nove lunghi mesi di gestazione, ritorna l'incredibile rivista interamente dedicata alla dimensione Commodoriana che si ripresenta ai nostri voraci occhi con un sito nuovo di zecca e il countdown per l'imminente quarta uscita.


Le novita sembrano molte e da alcune indiscrezioni che solo CCB può passarvi... sappiate che l'attesa è servita a dare un nuovo assetto al progetto che dovrebbe così regolarizzare la frequenza delle sue corpose pubblicazioni. Ora CFG può persino contare su un redattore negli states, dove tutto è cominciato e dove tante importanti manifestazioni dedicate alla storica C= avvengono ogni anno. 
Ma non posso aggiungere altro...




giovedì 14 agosto 2014

AmigaOS 4.x emulato su x86

Chi conosce le vicende del sistema operativo Amiga os saprà ormai dell'esistenza di una pseudo nicchia che identifica alcuni PC dotati di CPU PowerPC come gli eredi della famiglia di personal computer C=Amiga, poiché capaci di far girare l'ultima incarnazione ufficiale (dal punto di vista legale) di amiga os:  AmigaOS 4.x (detto anche OS4)


Ebbene l'autore del celebre emulatore WinUAE a pochissimi giorni di distanza dalla prima beta con supporto PPC è già riuscito ad avviare AmigaOS 4.1 nella sua versione "classic", cioè quella realizzata per gli Amiga originali espansi con schede ppc (più scheda grafica... sistemi di fatto trasformati in qualcosa di molto diverso da Amiga). Smontando così il dogma Neo Amighista...




In attesa che il talentuoso autore di WinUAE riesca ad attivare il JIT e a rendere il tutto perfettamente usabile, possiamo già chiederci se in un futuro molto prossimo l'emulazione x86 di OS4 giungerà a rendere pressoché inutile l'acquisto dei costosissimi, insensati e obsoleti sistemi NG attualmente in commercio... (in molti sono pronti a scommettere di si)

sabato 26 luglio 2014

eBook: Evoluzione della Computer Grafica 3D (Saggio)

Ebook in omaggio per donazioni al Blog pari o superiori a 3 €





"Fin dagli albori della civiltà, l'arte grafica ha avuto la funzione di ritrarre in modo più o meno realistico il mondo che ci circonda, ma solo in epoca moderna e con l'avvento del computer si è riusciti a realizzare lo strumento definitivo capace di assolvere in pieno a quell'originario scopo. La computer grafica 3D grazie ai suoi  molteplici livelli di precisione risulta utile in diversi ambiti, incluso il vero fotorealismo con l'esatta replica di qualsiasi elemento di realtà. Questo saggio analizza le principali tappe di un percorso evolutivo che si snoda lungo intere decadi d'incredibile progresso tecnologico."






Evoluzione della Computer Grafica 3D
Saggio
ISBN 978-1-291-95823-2
PDF 86 Pagine 

eBook interamente realizzato con sistema operativo Ubuntu e il seguente software open source: Blender, LibreOffice - Writer, Gimp, Pdf Toolkit, PdfMod, Xaos, Grafx2.



Acquista su lulu.com

Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu. 

in piena sicurezza con paypal o carta prepagata


Esempio Gratuito: